https://www.retecastellisapienza.it/assets/img/icons/cart-icon.png 0 € 0,00

Info Utili

Città: Artena (Roma) - 00031

Palazzo Borghese è un edificio signorile del Seicento la sua storia è affasciante quasi quanto la sua bella struttura. Si dice infatti che il Bernini, che venne ad abbellire la casa, rimase molto affascinato dalla luce che vi penetrava prima del vespro, di colore rosso carminio, tanto da realizzare, nella camera a oriente, un caminetto dalle fattezze divolto umano con un’espressione stupita. Oltre a modernizzare l’intero abitato attraverso un vero e proprio piano regolatore, che trasformò in senso scenografico l’accesso all’antica rocca, volle ristrutturare completamente il Palazzo preesistente unificando due corpi di fabbrica in origine separati, quello dei Colonna e l’altro dei Massimo, rendendolo così uno dei più vasti palazzi laziali. I lavori su progetto del Vasanzio furono completati da altri dopo la sua morte. Il Palazzo, dalla struttura allungata, proprio per collegare i palazzi preesistenti dei Colonna e dei Massimo, è contraddistinto dalla monumentale Galleria a tre piani che sviluppandosi in altezza riesce ad allineare i due palazzi e presenta una partitura architettonica decorativa visibile dall’esterno. Interessante lo scalone ellittico 15 con simboli araldici, ugualmente progettato dal Vasanzio. All’interno la loggia è affrescata con vedute già attribuite a Paul Brill e recentemente ricondotte a Giovanni Battista Corradin, pittore attivo a Roma nella prima metà del XVII secolo di cui si conoscono alcune opere in Sicilia. Il Palazzo presenta una struttura allungata che ha il lato corto sulla piazza, appositamente ingrandita e sistemata da Scipione Borghese, e il fronte retrostante del lato lungo completamente affacciato a dominare la Valle del Sacco e la via Latina che costituiva il più importante asse di penetrazione verso l’Italia meridionale. L’elemento unificante è costituito dalla monumentale Galleria a tre piani che sviluppandosi in altezza riesce ad allineare i due palazzi preesistenti, in origine separati, ed è contraddistinta da una partitura architettonica decorativa visibile dall’esterno.